serre distrutte a Pachino, Ispica e Vittoria

Condividi

Il forte vento arrivato con l'ondata di maltempo proveniente dai Balcani che dalla notte scorsa si sta abbattento in Sicilia ha provocato ingenti danni all’agricoltura. Sono centinaia le serre scoperchiate a Vittoria, Ispica e Scoglitti in provincia di Ragusa e a Rosolini, Portopalo e Pachino in provincia di Siracusa. Danni all’agricoltura anche per il gelo di ieri e la neve caduta nel pomeriggio. Le previsioni meteo annunciano per tutta la giornata di oggi, domenica 24 febbraio, il persistere di vento forte, maltempo e freddo. (Foto Assenza)

Fonte: Quotidianodiragusa.it  (leggi originale)

Ispica, revocati i domiciliari per l'imprenditrice Stefania Galifi

Revocati i domiciliari per l’imprenditrice Stefania Galifi, coinvolta nella stessa inchiesta di Antonio Pogliese, padre del sindaco di Catania. La Galifi, dunque, è tornata in libertà. Lo scorso 21 febbraio presso l’azienda Galifi si è svolto un incontro con fornitori, clienti e Istituti di credito che collaborano con la società promosso da Angelo e Stefania Galifi, nei confronti della quale lo scorso 16 febbraio il Gip del Tribunale di Catania aveva revocato della misura cautelare precedentemente disposta, avendo Concetta Stefania Galifi fornito chiarimenti sulla propria posizione processuale.All’incontro hanno partecipato l’amministratore giudiziario Fabio Napoli ed i professionisti che seguono l’azienda, ovvero gli avvocati Antonio Dipasquale, Antonio Scribano e Michele Scacciante e il dottore Livio Russo.Sia i Galifi che Napoli hanno rassicurato gli stakeholder della società sulla piena operatività aziendale della Gali Group, avendo l’Amministratore Giudiziario, altresì, chiarito che l’incarico al medesimo conferito dal Tribunale di Catania ha fra le priorità la piena continuità dell’attività aziendale. E’ stato, dunque, confermato che con regolarità la società sta effettuando i pagamenti nei confronti dei propri fornitori, garantendo ai clienti il pieno rispetto dei servizi di trasporto commissionati.I professionisti e i consulenti aziendali hanno dato conto della ferma intenzione della Galifi di procedere alla definizione in tempi rapidi della procedura concorsuale riguardante la “Prima Trasporti”, attraverso lo strumento del concordato fallimentare, nonché di evitare che la “Gali Group” possa subire alcun danno da tali differenti vicende della “Prima Trasporti Srl”.-. La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Fonte: radiortm.it  (leggi originale)

Condizioni meteorologiche avverse sul litorale ibleo. Il Sindaco di Ispica richiama alla prudenza

La Capitaneria di Porto di Pozzallo, ha diramato avviso per condizioni meteo particolarmente avverse.Oggi e domani sono previsti forti venti di burrasca, d’intensità crescente, con raffiche fino a 58 nodi di velocità e stato del mare da agitato a molto agitato, con onde molto alte, creste molto sporgenti ed altezza media delle stesse di circa 4/6 metri, accompagnate da violenti piovaschi, cielo coperto e scarsa visibilità.Il Sindaco di Ispica Pierenzo Muraglie richiama alla massima attenzione e prudenza in particolare lungo la zona costiera.

Fonte: radiortm.it  (leggi originale)

Brendan Kidd gira a Cava Ispica Ispica

Ispica – Il regista statunitense Brendan Kidd gira a Cava Ispica. Il cineasta americano racconta il progetto del film, da lui scritto e diretto, dal titolo provvisorio "I-Burn" le cui riprese hanno avuto luogo tra l'area archeologica di Cava Ispica adiacente il Centro Storico e Vignale San Giovanni. "Il film racconta la vita interiore di una giovane donna devota, Nancy, contrapposta alla vita di una scienziata, Maia, per la quale solo la scienza conta. Nancy è una donna che si appresta a prendere i voti come suora cattolica. Il suo cammino è in qualche modo già iniziato ma non ha ancora abbandonato la vita civile. Nancy ammira ed è profondamente devota a Santa Lucia ed è venuta a Ortigia in cerca della propria salvezza spirituale e spera di trovarla in questo luogo in cui la figura di Santa Lucia è di centrale importanza. Poi l’incontro con la scienziata e la storia di un’amicizia.Il film è interamente girato in bianco e nero e in pellicola, materiale costoso e non più così utilizzato, ma dalla qualità unica".  Il progetto è prodotto dall’americana Ekstasis Production LLC in collaborazione con la Cinnamon – Digital Cinema Production, società di produzione audiovisiva siciliana con sede a Palermo e vincitrice di oltre 40 premi internazionali nel campo delle serie digitali (di cui l’ultima prodotta per Mercedes Benz).

Fonte: RagusaNews  (leggi originale)

Ispica, arrestato per furto di pomodori, il giorno dopo è stato trovato a Ragusa

I Carabinieri del Nucleo Operativo di Modica hanno tratto in arresto in flagranza di reato un uomo tunisino per furto aggravato di ortaggi.Nel corso delle attività di controllo del territorio intensificata nelle aree rurali per prevenire delitti contro il patrimonio, i militari hanno intercettato un veicolo nei pressi di un campo adibito alla coltivazione dei pomodori a grappolo in serra. Il tunisino alla guida del veicolo aveva appena sottratto oltre 180 kg di pomodori per oltre 500 Euro di valore. Al termine delle operazioni, i Carabinieri hanno tratto in arresto Rachid Noureddine, 55 anni, con precedenti penali. La refurtiva è stata recuperata e l’uomo è stato condotto ai domiciliari in attesa di giudizio. L’uomo il giorno dopo l’arresto è stato individuato di fronte al Tribunale di Ragusa in violazione degli obblighi imposti. E’ stato condotto in caserma e tratto in arresto per il reato di evasione dagli arresti domiciliari. Si erano vissuti alcuni momenti concitati, ma il pronto e risolutivo intervento dei militari dell’Arma ha permesso di risolvere rapidamente l’episodio. La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Fonte: radiortm.it  (leggi originale)

Ispica, preso il ladro di pomodori

Un 55enne tunisino fermato dai carabinieri con 180 chili di ortaggi in macchina rubati da un campoData: mercoledì 20 febbraio 2019ISPICA (RAGUSA) – I carabinieri di Modica hanno arrestato un 55enne tunisino, Rachid Noureddine, per furto di ortaggi. Durante un controllo i militari hanno intercettato un veicolo nei pressi di un campo adibito alla coltivazione dei pomodori a grappolo in serra. Il tunisino alla guida aveva appena sottratto oltre 180 kg di pomodori del valore di 500 euro.

Fonte: lasiciliaweb | Notizie di Sicilia  (leggi originale)

Ispica, pronti per i lavori del Parco Archeologico Regionale della Forza"

Il prossimo 27 febbraio, alle 11.30, la Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Ragusa procederà alla consegna dei lavori relativi al progetto di “riqualificazione e valorizzazione funzionale del Parco Archeologico Regionale della Forza”-“Pon Cultura e Sviluppo” Fesr 2014-2020 Asse I.A darne comunicazione al sindaco Pierenzo Muraglie è stato il Soprintendente Arch. Calogero Rizzuto.E’ prevista la presenza dell’Assessore Regionale dei Beni Culturali e I.S. Prof. Sebastiano Tusa.“Un intervento -dichiara il sindaco Muraglie- di straordinaria importanza per la nostra città che permetterà la piena valorizzazione di un sito archeologico “unico” in Sicilia per bellezza e fascino. Un’occasione irripetibile per esaltare, tutelare e promuovere le bellezze di Ispica.L’ importo dei lavori, pari a più di due milioni di euro, dà piena contezza dell’opportunità di cui sarà protagonista il nostro territorio”. La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Fonte: radiortm.it  (leggi originale)

Ispica. Spedizione punitiva contro due rumeni. Indagano i carabinieri

I carabinieri stanno cercando di fare luce su una spedizione punitiva da parte di sei persone che avrebbero aggredito nelle campagne di Ispica due rumeni, prendendoli a bastonate. Questi ultimi sono stati ricoverati all’Ospedale maggiore di Modica per le lesioni riportate. Pare che la spedizione dovesse servire a punire le vittime che sarebbero i presunti autori di alcuni furti commessi in loro danno, in terreni che si trovano in territorio di Rosolini. La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Fonte: radiortm.it  (leggi originale)

E' morto il barone Pietro Bruno di Belmonte Ispica

Ispica – Si è spento oggi, a Ispica, il barone Pietro Bruno di Belmonte.  La famiglia Bruno, la cui presenza a Ispica risale alla fine del Seicento, ottenne nel 1805 la baronia di Belmonte in seguito all’investitura di Vincenzo. Tra i suoi membri due furono deputati del Parlamento italiano: il cavaliere Pietro Bruno di Belmonte (1854-1921) nel 1895 e il figlio Cesare (1880-1965) nel 1913. La famiglia ha legato il suo nome alla Tonnara di Capo Passero e amolti monumenti ispicesi.  Il barone era cugino dell'omonimo Pietro, morto nel 2004, soprannominato l'ultimo Gattopardo. 

Fonte: RagusaNews  (leggi originale)

Imprenditrice di Ispica coinvolta nell'operazione "Pupi di pezza", condotta dalla Procura di Catania

Stefania Galifi, all’anagrafe Concetta, è coinvolta nell operazione “Pupi di pezza”, condotta dalla Procura di Catania, insieme alla Finanza, che ha portato all’arresto anche di Antonio Pogliese, commercialista, padre del sindaco di Catania, Salvo. La Galifi, già amministratrice amministratore della “Prima Trasporti Srl”, società che si occupa di trasporti su gommato, con sede a Paternò, in liquidazione dal 2015, dichiarata fallita nel febbraio 2018. Supportata dallo studio Pogliese e dal liquidatore, cosiddetto “testa di legno”, proseguiva l’attività d’impresa aggravando il dissesto e sottraendosi al pagamento di debiti erariali superiori a 2 milioni di euro, favorendo, già negli anni antecedenti alla liquidazione, il passaggio di forza lavoro, automezzi, avviamento e portafoglio clienti/fornitori alla “Gali Group Srl”, con sede a Ispica, esercente l’attività di trasporto merci su strada, amministrata dalla cognata di Concetta Stefania Galifi.L’inchiesta ha svelato sistema fraudolento in grado di garantire a diversi gruppi familiari imprenditoriali la sottrazione al pagamento di un complessivo volume di imposte di oltre 220 milioni di euro e la contestuale elusione di procedure esecutive e concorsuali. La donna, con gli altri dieci indagati è ai domiciliari.

Fonte: radiortm.it  (leggi originale)